Via all’aumento del Sole24Ore. Ma ci sono i paletti delle banche

sole_24_ore

Il prezzo è di 0,961 euro, sconto del 34,82%

Il Sole 24 Ore incassa il via libera della Consob al prospetto informativo sull’aumento di capitale da 50 milioni che può quindi partire lunedì.

Ma le banche garanti dell’inoptato dettato le condizioni all’azionista di controllo, Confindustria.

Il gruppo editoriale guidato da Franco Moscetti ha infatti stipulato con Banca Imi e Banca Akros un accordo di garanzia per la sottoscrizione delle azioni eventualmente rimaste non sottoscritte a termine dell’aumento di capitale da 50 milioni di euro, fino a un massimo di 20 milioni di euro. L’accordo prevede clausole che danno la facoltà ai due istituti di far cessare l’efficacia del loro impegno al verificarsi di alcune condizioni, tra i quali la mancata esecuzione dell’impegno assunto dall’azionista di maggioranza Confindustria di partecipare all’offerta in opzione per un importo 30 milioni.

Confindustria – da parte sua – ha conferito a un istituto di credito istruzioni irrevocabili per il versamento a favore del Sole 24 Ore di 30 milioni circa, pagamento che dovrà essere effettuato il primo giorno del periodo di aumento (lunedì 30 ottobre). Sempre ieri il fondo di private equity Palamon Capital Partners ha eseguito il deposito vincolato della prima tranche per l’acquisizione del 49% di Business School24, società cui è stato ha conferita l’area Formazione ed eventi del gruppo editoriale.

Tornando ai dettagli dell’aumento, l’operazione avrà a oggetto azioni speciali di nuova emissione che saranno offerte in opzione a tutti gli azionisti della società, titolari di azioni ordinarie e/o titolari di azioni di categoria speciale. Il prezzo di sottoscrizione delle nuove azioni è stato fissato a 0,961 euro nel rapporto di opzione di 4 azioni speciali di nuova emissione ogni azione ordinaria e/o speciale possedute. Alla luce di tale rapporto, l’offerta in opzione comporterà l’emissione di 52.012.476 nuove azioni speciali, per un controvalore complessivo pari a 49,98 milioni. Il prezzo di sottoscrizione delle nuove azioni speciali incorpora uno sconto del 34,82% circa rispetto al prezzo teorico ex diritto (Terp) delle azioni speciali, calcolato, secondo le metodologie correnti, sulla base del prezzo di riferimento di borsa del 25 ottobre 2017 (3,528 euro).

Per quello che riguarda la tempistica, l’aumento di capitale prenderà il via lunedì e terminerà il 16 novembre, mentre i diritti resteranno quotati fino al 10 novembre.

Nel frattempo, in Piazza Affari il titolo del Sole 24 Ore ieri mattina ha accelerato intorno alle 13,30 fino a un rialzo del 10,27% a 3,91 euro, che l’ha portato in asta di volatilità. La seduta è stata poi archiviata con un +2,31% attestandosi a quota 3,62 euro.

Fonte Il Giornale – Camilla Conti – Sab, 28/10/2017

www.fisco24.info

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: