Non occorre sanare l’omesso versamento

split-payment

Violazioni prodromiche Iva non può comprendere le sanzioni ridotte

In caso di ravvedimento operoso il contribuente è tenuto a regolarizzare ciascuna delle violazioni commesse. Molti ritengono che nel ravvedimento si applichi, per le violazioni prodromi che abbiano determinato un minor versamento in sede di liquidazione periodica anche la sanzione ridotta sul 30%. Il ravvedimento si esegue avendo riguardo a ciascuna sanzione che il fisco irrogherebbe se il contribuente non provvedesse alla successiva regolarizzazione. L’amministrazione non irroga affatto la penalità del 30% nell’ipotesi di violazioni prodromi che determinano un minore versamento in sede di liquidazione periodica. Ciò in quanto tale sanzione si riferisce all’omesso versamento di un tributo determinato direttamente dal contribuente che poi non viene versato. Sicché l’eventuale ravvedimento per violazioni prodromiche Iva non può comprendere le sanzioni ridotte relativa all’omesso versamento derivante dalla liquidazione periodica.

Autore: Dario Deotto
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Trib. pag: 21  30-10-2017

www.fisco24.info

 

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: