Magazzini esclusi dalla Tari

Magazzini esclusi dalla Tari
Autore:  Gianni Trovati
Fonte:  Il Sole 24 Ore  pag:  27
Manca solo la firma del ministro dell’Ambiente. E’ in arrivo il decreto che fissa criteri più rigidi sulle ‘assimilazioni’ decise dai Comuni in merito alla Tari. Il caos prodottosi nell’ultimo decennio, che ha scatenato controversie tra imprese e comuni sull’entità della Tari, è dovuto dalla categoria dei ‘rifiuti speciali non pericolosi’ che i regolamenti comunali non possono ‘assimilare’ ai rifiuti urbani applicando la Tari per lo smaltimento. Ma fin dove si possono spingere queste assimilazioni? Questo è il punto. In mancanza di un decreto attuativo, mai arrivato, i giudici tributari sono dovuti intervenire. I comuni sono andati a mano libera sulla tassazione e le imprese hanno lamentato il pagamento della Tari anche su rifiuti smaltiti autonomamente. Il decreto in arrivo stoppa la Tari fuori dalla porta dei magazzini e delle attività commerciali medio-grandi. Ma se l’ambito di applicazione della tariffa si restringe il pericolo è che aumenti il peso sugli altri contribuenti.

www.fisco24.info Fisco,Contabilita,Economia,Politica,Rassegna stampa,News,novità,quotidiani

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: