Illegittima la revoca della rateazione senza atto motivato

Rateazioni revoca illegittima

L’Agente della riscossione non può revocare la rateazione se non ha notificato un atto contenente le motivazioni. Occorre, infatti, indicare le ragioni della decadenza per consentire al contribuente di difendersi. Con la sentenza 1147/3/2017 depositata il 16 ottobre la Commissione tributaria provinciale di Latina ha affermato questo principio. Nel caso analizzato una società impugnava davanti al giudice tributario la revoca tacita di alcuni piani di rateazione poiché non le era stato inviato un atto motivato. Equitalia non forniva alcuna motivazione sul punto. I giudici tributari di primo grado di Latina hanno ritenuto fondata la tesi della società. Per i colleghi d’appello serve un’intimazione di pagamento per la decadenza della rateazione. L’intimazione deve contenere cioè i motivi della revoca del beneficio.

Autore: Laura Ambrosi
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Trib. pag: 24 del  30-10-2017

www.fisco24.info

Cartelle esattoriali nulle

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: