Chiusura liti, F24 proporzionale

Chiusura liti, F24 proporzionale
Autore:  Laura Ambrosi
Fonte:  Il Sole 24 Ore  pag:  26
Con la circolare n. 23/E emanata ieri l’Agenzia delle Entrate ha fornito nuove istruzioni in merito alla definizione delle liti fiscali pendenti, a poco meno di una settimana dal termine per aderire. Una prima importante precisazione riguarda il criterio di imputazione delle somme dovute. E’ corretto determinare il totale scomputando le somme già versate o da versare in virtù della rottamazione, per ‘massa’, senza cioè alcuna distinzione tra diverse tipologie di imposta. Quantificato l’importo netto occorrerà ripartirlo proporzionalmente tra i vari codici tributo istituiti con la risoluzione n. 108/E del 1°agosto 2017. A tal fine occorre determinare l’incidenza in percentuale di ciascuna imposta e relativi interessi originariamente pretesi con l’atto impugnato rispetto al totale imposte ed interessi. Con le percentuali così determinate si dovranno suddividere le somme tra i diversi codici tributo. Per le liti sulla maggiore imposta di registro, la sanzione è irrogata solo se decorsi i 60 giorni dalla notifica dell’avviso, il contribuente non ha versato nulla. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Le liti pendenti con lo sconto’ – pag. 29)

www.fisco24.info Fisco,Contabilita,Economia,Politica,Rassegna stampa,News,novità,quotidiani

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: