Autodichiarazione per bloccare l’ipoteca

Autodichiarazione per bloccare l’ipoteca
Autore:  Ro.Ac.
Fonte:  II Sole 24 Ore  pag:  33
La nuova definizione delle liti pendenti potrebbe non comportare alcuna sospensione delle attività di riscossione, come del resto già accaduto con la vecchia definizione delle liti pendenti disciplinata dalla legge 289/2002. Anche questa volta, infatti, nessuna norma stabilisce il blocco immediato della riscossione, al momento del versamento e della successiva presentazione della domanda di definizione. Pertanto, nel silenzio della legge, potrebbe essere opportuno produrre, in via cautelare, un’autodichiarazione al fine di bloccare eventuali azioni cautelari e/o esecutive di cartelle o di altri atti esecutivi notificati prima della definizione e inerenti alla controversia che si intende chiudere. Con l’autodichiarazione il contribuente informa l’Agenzia delle Entrate-Riscossione della sua adesione all’istituto, chiedendone contestualmente la sospensione in attesa che vengano pagate tutte le somme e che si estingua il processo.

www.fisco24.info Fisco,Contabilita,Economia,Politica,Rassegna stampa,News,novità,quotidiani

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: