Per la fattura elettronica semplificata diventa obbligatorio il codice fiscale

Per la fattura elettronica semplificata diventa obbligatorio il codice fiscale

Con l’aggiornamento delle specifiche tecniche aumentano gli elementi da indicare nelle fatture elettroniche che dovranno riportare nel tracciato Xml il codice fiscale o il numero di partita Iva. Questo vale sia per le fatture ordinarie che semplificate, pena lo scarto del documento. Oltre a inserire gli schemi Xsd e le rappresentazioni tabellari della fattura ordinaria e di quella semplificata, altre novità riguardano alcune delle tecnicalità richieste per la gestione del flusso elettronico di fatturazione. E’ stato previsto un unico limite dimensionale pari a 5 megabyte, per singolo file fattura, a prescindere dal canale di colloquio utilizzato, mentre gli errori saranno identificati distintamente per tipologia di fattura. Quanto alle ricevute dello Sdi, le stesso vengono inoltrate sullo stesso canale attraverso il quale sono state trasmesse le relative fatture: se il canale risultasse temporaneamente indisponibile perché, ad esempio, la casella Pec è piena, il Sistema effettuerà fino a un massimo di 6 tentativi di trasmissione distribuiti in tre giorni. Se dopo sei tentativi il canale risulta ancora irraggiungibile, il processo si chiude e il cedente/prestatore potrà verificare lo stato della fattura attraverso le funzionalità di monitoraggio e di consultazione.


questo articolo di trova a pagina 26

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: