Enc, ultima chance per il ravvedimento sugli immobili

Enc, ultima chance per il ravvedimento sugli immobili
Autore:  Marco Magrini
Fonte:  Il Sole 24 Ore  pag:  27
Lo scorso 30 giugno è scaduto il termine di presentazione delle dichiarazioni Imu e Tasi per le variazioni relative all’anno d’imposta 2016 a carico degli enti non commerciali (Enc). Entro il prossimo 28 settembre gli stessi enti possono procedere al ravvedimento, mediante presentazione tardiva della dichiarazione omessa, previo pagamento della sanzione ridotta. Le variazioni da comunicare che rendono obbligatoria la dichiarazione sono solo quelle da cui derivano riduzioni o esenzioni d’imposta e altre condizioni degli immobili che i Comuni non possono conoscere direttamente accedendo alle banche dati. Non comportano, pertanto, l’obbligo di dichiarazione le variazioni derivanti da atti notarili, quelle che transitano nel sistema d’interscambio dei dati catastali ecc. ma vi sono dubbi per alcuni aspetti peculiari per questa tipologia di enti che consigliano il ravvedimento. Il quadro delle esenzioni per gli Enc si basa su presupposti suscettibili di variazione di anno in anno per ciascun immobile e/o sulle caratteristiche dell’attività svolta, che possono incidere nella misura dell’imposta da versare.

www.fisco24.info Fisco,Contabilita,Economia,Politica,Rassegna stampa,News,novità,quotidiani

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: