Cessione di quote con rilevanza penale

II Sole 24 Ore  pag:  15 – Laura Ambrosi

 La Terza sezione penale della Corte di cassazione, con la sentenza 38016, depositata ieri, ha stabilito che la cessione di immobili mascherata da una cessione di quote con un’evasione di imposta superiore alla soglia penalmente rilevante configura il delitto di dichiarazione infedele. La comprovata volontà di cedere gli immobili e non le quote societarie non consente di invocare la scriminante dell’abuso del diritto che deve caratterizzarsi per l’assenza di attività simulatorie e fraudolenti. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Fisco, se c’è falso l’abuso è reato’ – pag. 24)

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: